Le nostre autrici: Eliana Enne

Condividi sui social

Avvocato di professione, scrittrice per passione, blogger per caso, curiosa e chiacchierona di natura. Scrivere mi permette di vivere appieno le realtà che incontro, le emozioni che provo, le cose che mi accadono. Anni fa scrivevo racconti per un’associazione culturale che portava in scena testi teatrali con ragazzi provenienti da Case famiglia e Comunità. Sono stati loro a inventare per me lo pseudonimo Eliana Enne e siccome quei ragazzi mi sono rimasti nel cuore, con le loro fragilità, con la finta spavalderia e la grande voglia di rivalsa nei confronti della vita che gli ha tolto tanto fin da subito, ho deciso di mantenerlo quando nel 2017 ho pubblicato il mio primo romanzo “Dimmi che ore sono”. Da allora sono successe tante cose, una più bella dell’altra. E’ nato il blog Tutta colpa di Ilaria, il quotidiano Il Graffio mi ha affidato la rubrica Pelo e contropelo, ho curato l’autobiografia dell’attore Premio David di Donatello Ernesto Mahieux e insieme abbiamo scritto lo spettacolo teatrale Per una bomba in meno. Nel 2018 ho pubblicato il mio secondo romanzo Tutta colpa di Ilaria, premiato al festival La notte dei libri a Roseto degli Abruzzi. Ho scritto racconti che sono stati inseriti in varie antologie come Marche d’autore (2019), Scrivere il domani (Ed. Masciulli – 2020), Amanti Distanti (Ed. Giraldi – 2020), L’amore ai tempi del #Coronavirus (Ed. I luoghi della scrittura – 2020).

Invento storie, ma come inchiostro uso ciò che mi scorre nelle vene ed è questo che genera un legame speciale tra me e i miei personaggi, tanto che dopo averli creati ho la sensazione prendano vita propria e mi conducano per mano nel loro mondo. Le mie protagoniste sono donne contemporanee che sognano, progettano, agiscono e qualche volta sbagliano, cadono ma si rialzano.

Credo nelle seconde occasioni e il mio ultimo romanzo Ricordi d’inverno parla proprio di questo. È la storia di Ludovica Sabatini, ha da poco superato i quaranta e la sua vita scorre apparentemente tranquilla tra il lavoro di segretaria nel quartiere EUR di Roma per l’avvocato Simone Menarini, le serate a Trastevere con l’amica del cuore Agata e una relazione altalenante con Andrea, fino a quando un giorno si presenta allo studio legale un nuovo cliente. È alla ricerca di sua figlia Giulia, con cui non ha più rapporti da oltre dieci anni. Il suo nome è Guido Ursini e il suo racconto porta improvvisamente allo scoperto il passato che Ludovica ha tenuto nascosto a tutti, quando lavorava per “Rudy lo squalo”, un professionista senza scrupoli, quando l’ambizione sfrenata e la ricerca del successo a ogni costo le avevano riempito le tasche di soldi ma l’avevano spinta sull’orlo del baratro e allontanata da Davide, il grande amore della sua vita. Guido Ursini non è un cliente come gli altri e aiutare lui vorrà dire per Ludovica anche fare i conti con un inverno della sua vita che ha visto nascere un sentimento profondo impossibile da dimenticare. Abbiamo tutti un passato con cui fare i conti più o meno dolorosamente, abbiamo commesso errori e subito quelli degli altri, abbiamo vissuto sentimenti importanti. Conserviamo tutto nel nostro cuore, come un album di ricordi qualche volta difficile da sfogliare, una stagione della nostra vita che non possiamo dimenticare. Ricordi d’inverno è dedicato a chi, tra le pagine di quell’album, vorrebbe riscoprire il suo cuore.

Le nostre autrici: Eliana Enne
Torna su